Le cicatrici della lesione spinale sembrano aiutare, non ostacolare, la ricrescita dei nervi

        In un nuovo studio, i ricercatori sono rimasti sbalorditi nello scoprire che le cicatrici delle lesioni del midollo spinale potrebbero effettivamente essere d’aiuto e non ostacolare la ricrescita dei nervi attraverso il sito di lesione :

Gli scienziati confermano il ruolo di “interruttore molecolare” nella malattia di Parkinson

Gli scienziati hanno confermato che un meccanismo cellulare protettivo può essere interrotto nel cervello delle persone con malattia di Parkinson. Il meccanismo protegge le cellule dai danni causati dai mitocondri difettosi, le piccole unità di potenza che producono energia cellulare. I

L’impianto cerebrale innovativo potrebbe migliorare il trattamento del Parkinson

Un nuovo impianto intelligente che “ascolta” i segnali cerebrali potrebbe aiutare a trattare l’epilessia e altre condizioni neurologiche, come il morbo di Parkinson. I medici usano la neurostimolazione per trattare varie condizioni, tra cui l’ epilessia , gli effetti dell’ictus e persino la depressione . Questo trattamento prevede l’uso

Il farmaco non oppioide allevia il dolore nei topi, targeting un recettore delle cellule immunitarie.

  Nelle biopsie cutanee dalle gambe di persone sane (a sinistra) ci sono abbondanti fibre nervose sensoriali (verdi) ma pochi macrofagi (rossi). Nel frattempo, nelle biopsie di pazienti con dolore dovuto alla neuropatia diabetica (a destra), i macrofagi (rosso) circondano le

Parkinson: Una combinazione alimentare muove le proteine ​​tossiche dall’intestino al cervello

Un recente studio sui ratti rivela che un erbicida ormai vietato e una sostanza chimica derivata dal cibo comune possono collaborare per produrre sintomi simili a quelli presenti nella malattia di Parkinson. La malattia di Parkinson è una condizione neurodegenerativa. Le