Sclerosi multipla: cosa sapere

Informa gli amici sui social.
  • 2
    Shares
La sclerosi multipla è una malattia cronica che attacca il sistema nervoso centrale. Colpisce il cervello, il midollo spinale e i nervi ottici.

I sintomi variano ampiamente. Nei casi più lievi, ci può essere intorpidimento degli arti. I casi gravi possono comportare paralisi o perdita della vista.

Non è possibile prevedere in che modo la sclerosi multipla (SM) progredirà in alcun individuo.

Oltre 400.000 persone negli Stati Uniti (USA) hanno SM e ogni anno vengono diagnosticati circa 10.000 nuovi casi. Nelle donne  è due o tre volte più frequente e la diagnosi di solito si verifica tra i 20 ei 50 anni.

Ecco alcuni punti chiave sulla sclerosi multipla. Maggiori dettagli sono nell’articolo principale.

  • La sclerosi multipla colpisce il sistema nervoso centrale .
  • La diagnosi di solito avviene tra i 20 ei 50 anni.
  • È impossibile prevedere come progredirà la malattia.
  • I sintomi lievi includono formicolio e intorpidimento, ma i casi gravi possono comportare perdita della vista e paralisi.
  • Non esiste una cura, ma il trattamento può alleviare i sintomi e aiutare la persona a gestire la propria vita quotidiana.

Cos’è la SM?

la sclerosi multipla colpisce le cellule nervose

La SM colpisce il sistema nervoso centrale (SNC), ma esattamente perché accada non è chiaro.

Nel SNC, le fibre nervose sono circondate da una guaina mielinica, che le protegge. La mielina aiuta anche i nervi a condurre i segnali elettrici in modo rapido ed efficiente. Nella SM, la guaina mielinica scompare in più aree, lasciando una cicatrice o la sclerosi.

Sclerosi multipla significa “tessuto cicatriziale in più aree”.

Le aree dove non c’è mielina o mancanza di mielina sono chiamate placche o lesioni. Man mano che le lesioni peggiorano, le fibre nervose possono rompersi o danneggiarsi. Di conseguenza, gli impulsi elettrici del cervello non fluiscono dolcemente verso il nervo bersaglio.

Quando non c’è la mielina, le fibre non riescono a condurre gli impulsi elettrici. I messaggi dal cervello ai muscoli non possono essere trasmessi.

Tipi di SM

Esistono quattro tipi di SM:

Sindrome clinicamente isolata (CIS) : si tratta di un singolo, primo episodio, con sintomi della durata di almeno 24 ore.

Recapsi-remitting MS (RRMS) : questa è la forma più comune, che colpisce circa l’85 per cento delle persone con SM e che comporta attacchi di sintomi nuovi o in aumento.

MS progressiva primaria (PPMS) : i sintomi peggiorano progressivamente, senza ricadute o remissioni precoci. Circa il 15% dei casi è PPMS.

MS progressiva secondaria (SPMS) : dopo gli episodi iniziali o la recidiva e la remissione, la malattia progredisce costantemente.

Sintomi

La SM colpisce il sistema nervoso centrale, che controlla tutte le azioni nel corpo. Quando le fibre nervose che trasportano messaggi da e verso il cervello sono danneggiate, i sintomi possono verificarsi in qualsiasi parte del corpo.

Per alcuni pazienti, i sintomi sono così lievi che non si nota nulla fino a più tardi nel corso della malattia. Altri possono essere consapevoli dei loro sintomi nelle fasi iniziali.

sintomi generali della SM sono:

  • debolezza muscolare
  • disturbi visivi
  • difficoltà con il coordinamento e l’equilibrio
  • intorpidimento e formicolio, come in “pins-and-needles”
  • problemi con il pensiero e la memoria

Effetti della SM

Questi possono portare a:

Problemi alla vescica : possono esserci difficoltà a svuotare completamente la vescica, minzione frequente e incontinenza da urgenza .

Problemi intestinali : la stitichezza può portare all’impatto fecale e questo può portare all’incontinenza intestinale.

Affaticamento : colpisce fino al 90% dei pazienti e può compromettere la loro capacità di funzionare sul lavoro o a casa.

Vertigini e vertigini : sono problemi comuni e difficoltà nell’equilibrio.

Disfunzione sessuale : una perdita di interesse per il sesso è comune sia nei maschi che nelle femmine.

Spasticità e spasmi muscolari : le fibre nervose danneggiate nel midollo spinale e nel cervello possono causare spasmi muscolari dolorosi. I muscoli possono irrigidirsi e resistere al movimento, noto come spasticità.

Tremore : possono esserci movimenti di tremore involontari.

Problemi visivi : possono verificarsi visione doppia o visione sfocata, perdita parziale o totale della visione o distorsione dei colori rosso-verde. Questo di solito colpisce un occhio alla volta. L’infiammazione del nervo ottico può provocare dolore quando l’occhio si muove.

Andatura e cambiamenti della mobilità : la SM può cambiare il modo in cui le persone camminano, a causa della debolezza muscolare e dei problemi di equilibrio, capogiri e affaticamento .

Cambiamenti emotivi e depressione : la demielinizzazione e il danno delle fibre nervose nel cervello possono innescare cambiamenti emotivi, a parte le difficoltà di adattamento alla diagnosi di SM, un disordine imprevedibile e invalidante. La ricerca ha collegato la SM con una probabilità di depressione del 50% .

I sintomi meno comuni includono:

Negli stadi successivi possono esserci anche cambiamenti nella percezione, nel pensiero e nella sensibilità al calore.

La sclerosi multipla è una malattia imprevedibile e colpisce le persone in modi diversi. Per alcuni, inizia con una sensazione sottile, e mesi o anni potrebbero passare senza notare la progressione. Per gli altri, i sintomi peggiorano rapidamente, entro settimane o mesi.

Cause e fattori di rischio

La causa esatta della SM è sconosciuta, ma si pensa che sia una malattia autoimmune. Ciò significa che il sistema immunitario attacca la mielina come se fosse un corpo estraneo indesiderabile, proprio come potrebbe attaccare un virus o un batterio.

I fattori di rischio includono :

  • Età: una diagnosi è più probabile tra i 20 ei 50 anni
  • Sesso: più donne sviluppano la SM rispetto agli uomini
  • Etnia: è più comune tra le persone di discendenza europea
  • Fattori genetici: la suscettibilità può essere trasmessa nei geni

I tassi di SM sono più alti nelle persone che vivono più lontano dall’equatore, suggerendo che l’esposizione alla luce solare può avere un impatto sul rischio di sclerosi multipla.

Altri possibili fattori che sono stati collegati alla SM, ma non confermati dalla ricerca, includono:

  • Esposizione a una sostanza tossica: potrebbe essere un metallo pesante o un solvente.
  • Infezioni: i virus, come Epstein-Barr o mononucleosi e la varicella zoster, possono essere fattori scatenanti.
  • Sale: nel 2013, uno studio ha suggerito che troppo sale nella dieta può innescare una reazione autoimmune.

Le teorie precedenti hanno incluso esposizione a cimurro canino, trauma fisico o aspartame, un dolcificante artificiale, ma non ci sono prove a sostegno di questi.

È improbabile che esista un singolo trigger per MS, ma è probabilmente innescato da molteplici fattori.

Diagnosi

Il medico effettuerà un esame fisico, chiederà informazioni sui sintomi e prenderà in considerazione l’anamnesi del paziente. Nessun singolo test può confermare una diagnosi, quindi sono necessarie diverse strategie per decidere se un paziente soddisfa i criteri per una diagnosi.

Ci sarà un esame neurologico, scansioni di immagini, un test per misurare l’attività elettrica del cervello, un’analisi del liquido spinale ed eventualmente altri test. Questi possono aiutare a escludere altre possibili cause dei sintomi.

Primi segni

Secondo l’Istituto nazionale di disordini neurologici e ictus (NINDS), i primi segni della SM includono:

  • visione sfocata o doppia
  • neurite ottica, che porta a dolore agli occhi e rapida perdita della vista
  • debolezza e rigidità nei muscoli
  • spasmi muscolari dolorosi
  • formicolio o intorpidimento delle braccia, delle gambe, del viso o del tronco
  • goffaggine
  • difficoltà a rimanere equilibrata quando si cammina
  • perdita del controllo della vescica o improvvisamente bisogno di urinare
  • vertigini persistenti

Se questi sintomi si verificano, la persona dovrebbe vedere un medico.

Trattamento

Non esiste una cura per la SM, quindi il trattamento si concentra sulla soppressione della risposta autoimmune e sulla gestione dei sintomi.

farmaci

Diversi farmaci modificanti la malattia sono approvati per le forme recidivanti di SM.

Corticosteroidi: questi sono i farmaci più comunemente prescritti per la SM. Riducono l’infiammazione e sopprimono il sistema immunitario. Trattano principalmente una riacutizzazione acuta dei sintomi in alcuni tipi di SM.

Interferone Beta 1a o 1b : possono rallentare la progressione dei sintomi, ma devono essere usati con cautela, poiché possono causare danni al fegato.

Uno studio di dati per 868 pazienti ha concluso che l’interferone beta non è stato utile nel prevenire la disabilità a lungo termine.

Copaxone (Glatiramer) : mira a impedire al sistema immunitario di attaccare la mielina. Viene iniettato una volta al giorno. Lavaggio e mancanza di respiro possono verificarsi dopo aver ricevuto l’iniezione.

Tysabri (Natalizumab) : è usato per i pazienti che non possono tollerare altri trattamenti o non ne hanno tratto beneficio. Aumenta il rischio di sviluppare leucoencefalopatia multifocale, un’infezione fatale al cervello.

Mitoxantrone (Novantrone) : questo immunosoppressore viene normalmente usato solo nelle fasi successive. Può danneggiare il cuore, ma se i sintomi peggiorano rapidamente, può aiutare a rallentare la progressione della disabilità.

Estratto di cannabis : alcuni studi hanno suggerito che questo può aiutare ad alleviare il dolore, la rigidità muscolare e l’ insonnia .

Aubagio (teriflunomide) : si tratta di una compressa una volta al giorno per adulti con forme recidivanti di sclerosi multipla .

reinserimento

La riabilitazione si propone di aiutare i pazienti a migliorare o mantenere la loro capacità di svolgere efficacemente a casa e al lavoro.

I programmi generalmente includono:

Fisioterapia: mira a fornire alle persone le capacità per mantenere e ripristinare il massimo movimento e capacità funzionali.

Terapia occupazionale: uso terapeutico del lavoro, cura di sé e attività di gioco per aumentare lo sviluppo e prevenire la disabilità.

Terapia del linguaggio e della deglutizione: un terapista del linguaggio e della lingua eseguirà un addestramento speciale.

Riabilitazione cognitiva: aiuta le persone a gestire problemi specifici nel pensiero e nella percezione.

Riabilitazione professionale: questo aiuta le persone con disabilità a fare piani di carriera, apprendere le competenze lavorative, ottenere e mantenere un posto di lavoro.

Scambio al plasma

La plasmaferesi comporta il prelievo di sangue dal paziente, la rimozione del plasma e la sua sostituzione con un nuovo plasma. Il sangue viene quindi trasfuso di nuovo nel paziente.

Questo processo rimuove gli anticorpi nel sangue che stanno attaccando parti del corpo del paziente, ma non è chiaro se possa aiutare i pazienti con SM. Gli studi hanno prodotto risultati contrastanti.

Integratori di vitamina D e Omega-3

I ricercatori hanno trovato un legame tra la carenza di vitamina D e la SM, ma stanno ancora studiando se gli integratori di vitamina D possano aiutare nel trattamento.

È stato suggerito che gli integratori di acidi grassi omega-3 possono aiutare i pazienti con SM, ma gli scienziati in Norvegia hanno concluso che non lo fanno.

Vari integratori possono essere acquistati online, inclusi integratori di vitamina D e Omega-3 . I pazienti non devono usare integratori senza prima consultare il proprio medico.

Ossigenoterapia iperbarica

È stato suggerito che l’ossigenoterapia iperbarica (HBOT) può aiutare le persone con SM, ma questo non è provato.

prospettiva

La progressione della SM è diversa per ogni persona, quindi è difficile prevedere cosa accadrà.

Tuttavia, la durata della vita di una persona con SM di solito è circa la stessa di una persona senza la condizione.

In rari casi, i sintomi possono essere fatali.

Trad. dall’originale by 

https://www.medicalnewstoday.com/articles/37556.php

 

Sclerosi multipla: cosa sapere

Potrebbe anche interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *